I reali paesaggi de La Gioconda


Un viaggio di 2 giorni dal sapore unico che ci fara' scoprire la vera identita' della Gioconda, ed ammirare gli straordinari Paesaggi che, nel 500, hanno emozionato anche Leonardo da Vinci, partendo dalla citta' piu' bella della Valmarecchia.



I reali paesaggi de La Gioconda

Santarcangelo di Romagna, la città dei Teatri e porta di ingresso verso la Bellezza del Montefeltro, ci conduce alla scoperta dei reali paesaggi della Gioconda.

Singolare visita del borgo fortificato alla scoperta degli angoli più suggestivi del paese, in un percorso che ci porterà dalle affascinanti Grotte Tufacee fino al centro storico dominato dalla possente Rocca Malatestiana e dalla Torre dell’Orologio, simbolo del paese “é Campanoun” !! Visita dell’Antica Stamperia Marchi, bottega nata nel 1633 che produce le tradizionali Stampe a Ruggine Romagnole. Degno di nota il Museo di Tonino Guerra (poeta e sceneggiatore di fama internazionale) ed il Museo del Bottone dove è possibile ripercorrere “cento anni di storia del bottone”, scoprendo aneddoti e comportamenti di chi li aveva indossati e delle varie epoche, che consigliamo di visitare prima dell’incontro con la guida.
Durante il tour non mancarà una degustazione di prodotti tipici romagnoli e di vino DOC.

La particolarità di questo tour è dovuta alla visita del reale paesaggio che si trova sullo sfondo del dipinto del Louvre: attraverso una complessa elaborazione Leonardo ha realizzato, nella Gioconda, una visione di uno spettro di territorio piuttosto ampio, poi compresso.

Il primo punto di osservazione da cui Leonardo trasse il paesaggio è Pennabilli, piccola località dell’alta Valmarecchia, che offre straordinari panorami, che la guida renderà individuabili nel dipinto.
A seguire, visita del piccolo centro scelto da Tonino Guerra, quale ultima residenza per scoprire i luoghi in cui ha elaborato una serie di percorsi di forte suggestione, come il quello delle meridiane, l’orto dei frutti dimenticati, il santuario dei pensieri, il rifugio delle Madonne dimenticate.
Villagrande di Montecopiolo è meta del secondo punto di osservazione in cui si trova un’altra installazione dedicata alla Gioconda; in tal caso lo sguardo del pittore indaga e coglie uno spettro di paesaggio molto ampio da una posizione elevata, ci troviamo infatti in loc. Costa Grande, a circa 800 metri di quota, su un paesaggio che appare di una bellezza indimenticabile.