I luoghi creati dal grande genio: Leonardo da Vinci


Un viaggio dal sapore unico che ci fara' scoprire la vera identita' della Gioconda, ed ammirare gli straordinari Paesaggi che, nel 500, hanno emozionato anche Leonardo da Vinci. Il genio di Leonardo, poi ci condurra' ad Urbino per svelarci altre incredibili scoperte.
Il dipinto piu' famoso ed enigmatico della storia dell' arte italiana, ovvero “La Gioconda” di Leonardo da Vinci, ora sembra essere meno misterioso.
Due studiose, Olivia Nesci e Rosetta Borchia, con una meticolosa ricerca scientifica, hanno individuato il Paesaggio che si trova sullo sfondo del dipinto del Louvre; attraverso una complessa elaborazione, Leonardo ha realizzato una visione di uno spettro di territorio piuttosto ampio, poi compresso.
Il paesaggio e' visibile da due spettacolari punti di osservazione in Alta Valmarecchia, nella provincia di Rimini, in Emilia-Romagna e Montecopiolo nelle Marche. Inoltre, nel 2012, lo storico Roberto Zapperi ha pubblicato un libro dal titolo Monna Lisa Addio che riconosce nella fisionomia della Gioconda, la nobildonna urbinate Pacifica Brandani.
Questa proposta, per viaggiatori impegnati, intende ripercorrere i momenti e i luoghi che sono alla base della storia del dipinto e del suo committente: Giuliano de Medici.



I luoghi creati dal grande genio: Leonardo da Vinci

1° giorno - VILLAGRANDE DI MONTECOPIOLO / PENNABILLI

A Villagrande di Montecopiolo si visiterà la prima delle due postazioni che consente di individuare un primo punto di osservazione da cui Leonardo trasse il Paesaggio della Gioconda e, insieme alla guida, si andranno ad individuare tutti i tasselli del Paesaggio reale riconducendoli al Paesaggio dipinto da Leonardo. A seguire, si raggiungerà Pennabilli, per la visita ai luoghi di Tonino Guerra che ha elaborato qui una serie di percorsi di forte suggestione, come il percorso delle meridiane, l’orto dei frutti dimenticati, il santuario dei pensieri, il rifugio delle Madonne dimenticate. Visita del secondo punto di osservazione in cui si situa un’altra installazione dedicata alla Gioconda; ci troviamo proprio nel centro storico di Pennabilli. Partecipazione straordinaria de La Gioconda che ci allieterà con “l’intervista impossibile” . Sistemazione a Pennabilli o in altra località utile per la logistica del tour.

 

2° giorno - URBINO

Colazione e partenza per Urbino dove Giuliano de Medici, figlio di Lorenzo il Magnifico, conosce una nobildonna: si tratta di Pacifica Brandani che diverrà sua amante e che darà alla luce un figlio nel 1511 cui verrà dato il nome di Ippolito. Il piccolo, esito di una relazione clandestina perché figlio di una donna sposata, viene abbandonato in un orfanotrofio locale; solo in seguito alla prematura scomparsa della stessa, Giuliano de’ Medici deciderà di tenerlo con sé commissionando a Leonardo da Vinci (quando Ippolito aveva appena quattro anni ) il ritratto della madre per consolare il pianto del piccolo. Pranzo in ristorante facoltativo.

Cena e pernottamento ed Indimenticabile visita guidata di Urbino di notte, inedita e straordinaria.

La città Ducale ha di per sé un fascino incredibile, ma con l’atmosfera notturna, un giro a piedi per “piole” e bastioni, cortili e balconi può riservare sorprese inimmaginabili, soprattutto se illuminati dalla luna piena, dall’assenza di vento e accompagnati da storie fantastiche

 

3° giorno - URBINO

 

Il tour si sofferma sulla visita di Urbino e delle incredibili scoperte che identificano in Leonardo, l’autore di alcuni luoghi unici della città. 21 giugno 1502 è probabilmente il primo giorno di Leonardo a Urbino, visita guidata ad Urbino della durata di mezza giornata per scoprire tutto quanto lega questo importante centro d’arte e cultura, al grande genio. Un recente studio del codice L, scritto da Leonardo, ha consentito una chiara rilettura della struttura antica della città e delle sue porte attraverso l’indagine del codice L. Pranzo libero con possibilità di utilizzare un locale convenzionato e fine dei servizi.