Sulle tracce di Leonardo Da Vinci a Urbino


1 Ottobre 2017 - Ammireremo i luoghi di Urbino rilevati da Leonardo, nel suo taccuino, quando lo visitò al seguito di Cesare Borgia attraverso una visita esclusiva che svela scoperte recentissime sul rapporto che il Genio aveva con questa incredibile città.
Ad attenderci, un banchetto rinascimentale con degustazione di prodotti tipici del territorio e veduta a 360 gradi su tutto l’antico ducato.
A Urbino incontreremo anche La Gioconda dal vivo.



Sulle tracce di Leonardo Da Vinci a Urbino

Nell’estate del 1502 Leonardo trascorse diversi giorni ad Urbino al seguito di Cesare Borgia ed ebbe occasione di eseguire un rilievo molto accurato delle mura della città e della Fortezza Albornoz, suo punto più alto e roccaforte di difesa. Sulla base dei disegni riportati nel suo taccuino, ripercorreremo le tracce dell’itinerario urbinate passando per le mura, i bastioni, la Casa delle Vigne e il Palazzo Ducale stesso, riscoprendo figure chiave della corte urbinate dell’epoca, come Guidabaldo da Montefeltro, succeduto al Gran Duca Federico, suo padre, o Niccolò Macchiavelli e Luca Pacioli, che per brevi periodi vi soggiornarono, rendendola uno dei centri dell’Umanesimo matematico. Il nostro excursus ci porterà infine alla fortezza, dove accanto a strumenti della tradizione militaresca, meccanica e scientifica del ‘400, troveremo ad attenderci un banchetto rinascimentale con degustazione di prodotti tipici del territorio e veduta a 360 gradi su tutto l’antico ducato. Ad un certo punto sopraggiungerà La Gioconda (Teatro in natura).

Scarica la documentazione allegata


Richiedi informazioni