Lectio Magistralis - Cacciatrici di Paesaggi


18 Aprile 2016 - Dal Giardino delle Rose Perdute alla riscoperta dei paesaggi del Montefeltro nei capolavori del Rinascimento


Lectio Magistralis - Cacciatrici di Paesaggi

Lectio Magistralis di
Rosetta Borchia e Olivia Nesci
CACCIATRICI DI PAESAGGI
Dal Giardino delle Rose Perdute alla riscoperta dei paesaggi del Montefeltro nei capolavori del Rinascimento

 
Lunedì 18 aprile alle ore 10
Accademia di Belle Arti, Dipartimento di Arti Visive
via dei Maceri, 2 Urbino

Le studiose Rosetta Borchia e Olivia Nesci saranno ospiti dell’Accademia di Belle Arti di Urbino per una Lectio Magistralis.
Rosetta, pittrice e appassionata fotografa naturista, Olivia, geomorfologa dell’Università di Urbino ed esperta del paesaggio fisico, parleranno del
loro lavoro e delle metodologie innovative usate per le loro ricerche: foto satellitari e aeree, riprese dai droni, studio di antiche carte e uso di tutte
le modalità dell’alta definizione e della digitalizzazione. Perché la loro, tengono a sottolineare, è soprattutto una indagine scientifica. Un’avventura
iniziata per passione con la scoperta nel Montefeltro di paesaggi riconducibili alle opere pittoriche di Piero della Francesca, per approdare poi
al tanto conteso sfondo della Gioconda, che a detta delle ricercatrici e ancor prima da importanti studiosi dell’opera di Leonardo come Chastel e
Pedretti, la famosa Monna Lisa, in realtà donna Pacifico Brandano dama alla corte di Urbino, avrebbe come sfondo il paesaggio visto dalle alture
della Valmarecchia dell’antico Ducato di Urbino. Una tesi tanto affascinante per quanto approfondita scientificamente, grazie anche al Codice P, un
metodo innovativo per desecretare le tecniche di rappresentazione prospettica per un nuovo paradigma del paesaggio, divenuto anche l’Atlante
illustrato del reale paesaggio della Gioconda, edito dalla Electa. Lasciamoci dunque stupire da queste due speciali pasionarie dell’arte.
Rosetta Borchia e Olivia Nesci hanno al loro attivo numerose pubblicazioni fra cui “Il paesaggio invisibile” ed. Lavoro Editoriale e “Codice P” ed.
Electa Mondadori. Giornali e riviste scientifiche nazionali e internazionali si sono occupati ampiamente di loro. I risultati delle ricerche sono stati
presentati a Parigi, Cracovia, Helsinki, Beirut. La Regione Emilia Romagna, ne ha sviluppato un progetto e sono nati i Balconi di Piero, punti di
osservazione da cui ammirare i paesaggi dal vero all’interno di percorsi culturali e artistici.

Canadian online pharmacy

Richiedi informazioni